RSS

09 ottobre 2012

9 ottobre 1963 il disastro del Vajont

9 OTTOBRE 1963 ORE 22.39 LA CATASTROFE DEL VAJONT IL NUMERO DELLE VITTIME NON E' MAI STATO ACCERTATO LA STIMA PIU' ATTENDIBILE E' DI 1910 MORTI...
Una massa compatta di oltre 270 milioni di metri cubi di rocce e detriti furono trasportati a valle in un attimo, accompagnati da un'enorme boato. Tutta la costa del Toc, larga quasi tre chilometri, costituita da boschi, campi coltivati ed abitazioni, affondò nel bacino sottostante, provocando una gran scossa di terremoto. Il lago sembrò sparire, e al suo posto comparve una enorme nuvola bianca, una massa d'acqua dinamica alta più di 100 metri, contenente massi dal peso di diverse tonnellate. Gli elettrodotti austriaci, in corto-circuito, prima di esser divelti dai tralicci illuminarono a giorno la valle e quindi lasciarono nella più completa oscurità i paesi vicini.
 
 
e tutto questo a causa della avidità di certa gente ...
 
 
 
 
PER NON DIMENTICARE!!! 



4 commenti:

  1. Che tristezza!!!

    Ciao vania, come stai? Spero bene:)

    Un bacio grande

    Marica

    RispondiElimina
  2. Ciao Vania!Avevo 10 anni quando e' successo questo terribile fatto e me lo ricordo benissimo tra l'altro sono una fan di Mauro Corona che e' di Erto uno dei paesi colpiti...buona giornata

    RispondiElimina
  3. Sono stata a Longarone ed ho visto il luogo del disastro e le foto...non le dimenticherò mai...
    un abbraccio
    Mari

    RispondiElimina
  4. E nonostante tutto si continua a speculare sull'edilizia... soldi pubblici spesi x gli interessi di pochi... L'Aquila ne e' un esempio.
    Impareremo mai dalla nostra storia???
    Alice

    RispondiElimina

NO SPAM THANKS
i commenti che non lo sono, sono sempre graditi